Home
Search results “Dostoevskij lidiota personaggi walt”
Libro del mese: I fratelli Karamazov - Fëdor Dostoevskij
 
03:54
Ecco qui il libro per questo mese...con una particolarità....guardate il video e lo scoprirete I fratelli Karamazov: https://amzn.to/2v9pFwn La mia attrezzatura in cucina: Santoku Victorinox: https://amzn.to/2DOuXTg La mia attrezzatura: Set 36 pezzi proxxon industrial: https://amzn.to/2TWc1b0 Video presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=8A-U2qvi6cM&list=PLeqscCO5Nfs3YPF8iS7jXq6DkKnTd6kb0 Trapano Fresatore Proxxon FBS 240/E: https://amzn.to/2BGhRWL Video presentazione: https://youtu.be/ibT3Zo5a3Ko Martello Stanley Fatmax: https://amzn.to/2TXgCK8 Pinze Fat Max regolabili: https://amzn.to/2KHzVmq Segaccio Stanley Fatmax: https://amzn.to/2zw9SKD Recensione Segaccio Stanley FatMax: https://youtu.be/Tx8tdKYzfa0 Levigatore rotorbitale Stanley Fatmax: https://amzn.to/2QmjIbB Recensione levigatore rotorbitale: https://youtu.be/9g3lLechdjQ Coltello multifunzione USAG 218 N: https://amzn.to/2TWsOe3 Video presentazione: https://youtu.be/5NFI2fX8gWg Accessori: Microfono USB: https://amzn.to/2Qmka9N Il canale aderisce al programma di affiliazione amazon, se dovete acquistare uno dei prodotti sopraindicati, fatelo pure dal link, a voi non costa di più ma sostenete il canale. Tutti i video qui presentati vanno visti come intrattenimento. Usate con attenzione gli attrezzi, soprattutto quelli pericolosi.
Views: 235 l'uomo di casa
Bel Ami - Guy de Maupassant 4 di 4
 
01:06:10
Bel Ami (1885) Henri-René-Albert-Guy de Maupassant (Tourville-sur-Arques, 5 agosto 1850 -- Parigi, 6 luglio 1893) http://it.wikipedia.org/wiki/Guy_de_Maupassant http://it.wikipedia.org/wiki/Bel_Ami Lo sceneggiato è del 1979 La regia è di Sandro Bolchi http://it.wikipedia.org/wiki/Sandro_Bolchi Personaggi e interpreti: Georges Duroy (Bel Ami): Corrado Pani Clotilde De Marelle: Martine Brochard Walter: Arnoldo Foa' Signora Walter: Caterina Boratto adeleine forestier: Rada Rassimov Charles Forestier: Raoul Grassilli Jacques Rival: Marco Bonetti Norbert De Varenne: Valerio Ruggeri Musiche di Fred Bongusto http://it.wikipedia.org/wiki/Fred_Bongusto
Views: 9780 alessia d'andrea
Il giocatore (1965) 1x2
 
01:10:50
Il giocatore è il titolo di uno sceneggiato RAI in due puntate trasmesso sul Programma Nazionale dal 21 al 28 febbraio del 1965 con la regia di Edmo Fenoglio, tratto dall'omonimo romanzo di Fëdor Dostoevskij, dettato in un mese ad Anna Grigorievna Snitkina (che diventerà in seguito sua moglie) e pubblicato nel 1866. Manca solo il palcoscenico, per il resto è come se fossimo a teatro. Il giocatore di Dostoevskij rivisitato da Fenoglio si traduce in un'opera dove gli attori (ottimo cast comprendente Warner Bentivegna, Carla Gravina, Tino Carraro, Mario Pisu, ma su tutti spicca l'impagabile Lina Volonghi) sono la storia stessa. La messa in scena è curata nei minimi dettagli, così come i costumi, anche se l'assenza di esterni (i pochi sono in studio) e di pause priva l'opera di respiro. Una stravagante famiglia sull'orlo del baratro e un testamento cui tutti anelano. Personaggi e interpreti: Aleksej Ivanovic: Warner Bentivegna Il Generale: Mario Pisu Marja Filippovna: Angela Lavagna Blanche: Giuliana Calandra Des Grieux: Gianfranco Ombuen La madre di Blanche: Karola Zopegni Polina Aleksandrovna: Carla Gravina Mezencov: Gilberto Mazzi Astley: Tino Carraro La Nonna: Lina Volonghi Potapyc: Fausto Guerzoni Marfa: Rina Franchetti Trama: La vicenda si svolge in Germania, in una fittizia città termale di nome Roulettenburg (probabilmente ispirata alla celebre cittadina renana Baden Baden), nella quale il casinò attira molti turisti. Aleksej Ivànovic è il precettore in una famiglia stravagante, composta da un vecchio generale innamorato pazzo di una giovane francese dal passato turbolento, mademoiselle Blanche, di due bambini dei quali è il maestro, dalla figliastra del generale, Polina Aleksàndrovna, della quale lui è innamorato senza essere ricambiato. Attorno a questo nucleo girano Mr.Astley, un ricco inglese, onesto e timido, anch'egli innamorato di Polina e il marchese francese des Grieux amato da Polina. Aleksej si trova spesso a giocare e vincere soldi per Polina, che necessita di grosse somme di denaro, poiché la famiglia è al limite della rovina. L'unica via di salvezza consiste nella morte della ricca 'baboulinka' (in russo "nonnina"), Antonida Vasil'evna. Tutti attendono con ansia l'arrivo, dalla Russia, della notizia del decesso della nonna, ma questa piomba improvvisamente in Germania, lasciando tutti di stucco, e si dedica con fervore al gioco della roulette insieme ad Aleksej. All'inizio tutto procede per il meglio ma poi la fortuna gira e la nonna perde la maggior parte dei suoi averi, con grande disperazione dei suoi familiari. A questo punto la catastrofe si abbatte sulla famiglia: sparita la prospettiva di una grossa eredità, la promessa sposa francese del generale perde interesse a lui e il marchese des Grieux fugge in Francia, lasciando sola e senza soldi la sfortunata Polina. Aleksej decide di giocare per aiutare economicamente Polina, e una sera in particolare vince una grossa somma; preso dalla follia pensa di scommettere tutti i soldi accumulati, ma all'ultimo secondo fugge via dal casinò e torna dall'amata. Polina quando scopre che ha giocato lo crede vizioso e si allontana da lui. Aleksej a questo punto viene convinto ad andare a Parigi da M.lle Blanche che, circuendolo con la sua bellezza, comincia a sperperargli tutti i soldi. A Parigi vengono raggiunti dal generale che finalmente riesce a sposare M.lle Blanche. Aleksej riprende il suo viaggio attraverso i casinò, costretto addirittura a fare il domestico. Un giorno incontra Mr.Astley che cerca in qualche modo di farlo rinsavire; ciononostante egli prosegue per la sua strada rimandando a..."domani" la sua definitiva redenzione dal vizio del gioco.
Views: 2780 spadarsoft
Il piacere dell'onesta' 2/2
 
48:47
Il piacere dell'onesta' di Luigi Pirandello ( 1954 ) con Elena Zareschi, Luigi Cimara, Romolo Valli, Arturo Bragaglia, Enrico Maria Salerno,Adele Ferrari , Carlo Castellani, Adolfo Spesca, Nino Bianchi, Pier Vittorio Sessa,Nino Poli, Fanny Marchiò, , Andrea Matteuzzi;
Views: 5526 margrant
F.M.Dostoevskij - Memorie dal sottosuolo -"Mi tormentava, allora..." Interprete: Sergio Carlacchiani
 
00:29
Sergio Carlacchiani è nato a Macerata nel 1959, vive a Civitanova Marche, è attore, regista, doppiatore, poeta, performer e pittore. Direttore artistico di varie rassegne teatrali :Donna/Modello, Poeti e Poesie da Decl/Amare, Live Poetry, Vita Vita e Poesia in Vita. Si è occupato di poesia lineare, visiva, concreta, sonora, di mail art e performance art. Ha scritto diversi libri di poesia e creato libri/oggetto. Si è esibito come performer in Italia, Francia, Inghilterra Spagna e Austria. Si è formato in seguito, come attore, presso la scuola del Minimo Teatro di Macerata. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento e specializzazione, tra i quali ricordiamo quelli con: Eugenio Barba, Franco Ruffini, Riccardo Cucciolla, Cora Herrendorf, Tony Cotz, Giuliano Scabia, Lucia Poli, Rebecca Murgi, Eugenio Sideri, Sergio Scarlatella. Ha conseguito il diploma di impostazione ed uso della voce e tecnica del doppiaggio cinematografico, sotto la guida del maestro Renato Cortesi.E’ stato voce narrante in diversi films, cortometraggi, documentari e più volte ospite di importanti trasmissioni radiofoniche, oltre a quelle televisive,in Rai ed emittenti regionali e locali. Da molti anni si occupa di porgere la poesia in maniera interdisciplinare e spettacolare. Sul suo canale You Tube sono presenti circa 5000 ( citati circa 1000 personaggi illustri: poeti, scrittori, filosofi... dall' origine dell'umanità ad oggi, di tutti i paesi del mondo ) sue interpretazioni di poesie, prose, ed altro, registrate dal vivo o in studio. I suoi recital sono quasi sempre accompagnati da musiche di autoti vari , composte ed eseguite in scena, come canti, e danze, proposte da performer e artisti che ha conosciuto e con i quali stabilmente o occasionalmente collabora. Tra questi ricordiamo: Alda Merini, Margherita Hack, Joyce Lussu, Eugenio Finardi, Sergio Rubini, Enzo Jannacci, Vincenzo Cerami, Raiz, Luigi Cinque, Fabrizio Bosso, Antonello Salis, Lello Voce, Tiziano Scarpa, Cesare Bocci, Luciano Biondini, Fausto Cigliano, Marco Poeta, Lorenzo Di Bella, Daniele Di Bonaventura, Massimo Mazzoni, Mike Melillo, Gastone Pietrucci e la Macina... Moltissimi gli spettacoli rappresentati nelle varie città d’Italia, altrettanti i riconoscimenti che ha conseguito, ultimo in ordine, non d’importanza, il Premio CreativaMente 2009 assegnatagli dal Presidente della Provincia di Macerata: “Un premio ai maceratesi che hanno dedicato la propria vita all’arte e lo spettacolo e che hanno reso e rendono grande la propria terra con la loro creatività...”. Altro riconoscimento di grande importanza, quello di essere stato invitato dal Centro Sudi Leopardiani e dal Comune di Recanati, presso il Colle dell’Infinito, il 29 Giugno 2010, in occasione delle Celebrazioni Leopardiane (prima di lui Gassman, Bene, Albertazzi, Lavia, Giannini, Bucci...) a presentare: “Chopin & Leopardi, il Poeta del pianoforte e il Poeta dei poeti”; spettacolo su Giacomo Leopardi che ha visto Carlacchiani come voce recitante ed ideatore, insieme al maestro Lorenzo Di Bella, pianista di riconosciuta fama. I due protagonisti hanno entusiasmato il folto ed esigente pubblico presente e numerosi sono stati i commenti positivi, tra i quali quello della discendente del poeta, la contessa Olimpia Leopardi. Visto il consenso di pubblico e critica ottenuto dall’ attore, Casa Leopardi gli ha poi chiesto d’interpretare, in sala d’incisione, una selezione di Canti leopardiani. La Giacomo & Giacomo SRL nel 2011 ha editato il cd “O graziosa luna, io mi rammento...” Il motivo di tale “azzardo”, se così si può definire, è ben descritto nella nota introduttiva al cd del Professor Lucio Felici: Sergio Carlacchiani è un artista versatile che da tempo si dedica alla lettura pubblica dei poeti. Nel cimentarsi con i Canti di Leopardi, egli ha lavorato tenacemente sui testi, schivando – come raramente accade – l’enfasi teatrale e calandosi, di volta in volta, nelle “situazioni” delle 18 poesie trascelte. Nel 2014 Carlacchiani è tornato al Colle dell’Infinito per essere protagonista di “A voi gentili anime” recital dedicato al grande poeta recanatese, con le musiche eseguite dal vivo dal Quartetto delle Marche.” Il 29 Luglio , nell’ambito del Futura Festival di Civitanova Marche , presso il Teatro Annibal Caro, ha proposto al pubblico, coadiuvato dal quartetto d’ archi Eudora : E il dì futuro del dì presente… spettacolo anch’esso dedicato a Giacomo Leopardi. Sempre al poeta dell’Infinito, insieme alla studiosa Loretta Marcon e al chitarrista Daniele Cecconi, Carlacchiani ha presentato a Monte San Giusto il 25 Ottobre 2014, lo spettacolo: “ Comento fatto per noi... " @2016 (protetto dai diritti d'autore) pubblicato ai sensi della legge 22 aprile n.41 n.633 e sue modificazioni Per seguire l’opera di Sergio Carlacchiani https://sergio-carlacchiani.blogspot.com https://www.facebook.com/SergioCarlac... https://www.youtube.com/channel/UC83M...
La signora delle camelie - La Dame aux camélias di Gustavo Serena
 
23:33
Armand Duval, figlio di un ricco signore che vive in provincia, si trasferisce a Parigi per iniziare la carriera di avvocato. Durante una serata al teatro incontra la bellissima Marguerite, conosciuta ovunque come una donna pronta a concedersi a chiunque potesse soddisfare la sua voglia per un lusso sfrenato. Armand si innamora perdutamente di Marguerite, e la conquista inviandole ogni giorno dei fiori: è lei La signora delle camelie. Anche lei scopre l'amore per Armand. Per la prima volta vede questo sentimento come qualcosa di puro che le serve come mezzo per redimersi dalla sua vita dissoluta, perciò vuole tutelarlo con tutte le forze. Marguerite è consapevole che solo con un amore spirituale potrà cancellare le macchie del suo passato e quando scopre di essere oberata dai debiti, farà di tutto per non coinvolgere l’amato nel suo mondo dissoluto; con un coraggio straordinario gli chiede di lasciarla, rinunciando così alla propria felicità per colui che ama. Ritiratasi nella sua casa, Marguerite, nelle ultime lettere che invia ad Armand, racconta che si è ammalata di tisi, e che lei lo aveva lasciato così improvvisamente per volere di suo padre che non voleva che Armand si rovinasse e disonorasse la famiglia per colpa sua. Inoltre Bianca, la sorella minore che si stava per sposare, se Armand non avesse troncato la relazione con una cortigiana, sarebbe stata ripudiata dalla famiglia del futuro marito. Armand corre a farle visita, Marguerite è molto malata ma quando si trova nuovamente tra le braccia dell'amato, riacquista un istante di felicità, ma subito dopo muore lasciando il suo unico vero amore nella disperazione. Film dell'anno 1915 Regia di Gustavo Serena Soggetto di Alexandre Dumas (figlio) Sceneggiatura di Renzo Chiosso Casa di produzione Caesar Film Fotografia di Alberto G. Carta Scenografia di Alfredo Manzi Interpreti e personaggi: Francesca Bertini: Margherita Gautier Gustavo Serena: Armando Duval Olga Benetti: Madame Duvernoy Antonio Cruichi: Duval padre